http La Baia di Retro Island: 02/01/2008 - 03/01/2008
Lurido branco di pappe molli se non lo sapete avete appena attraccato nella baia di Retro Island(tm),una fetida pozza di efferati retrogramers,sempre pronti a dar via anche il loro ultimo dente d'oro per una manciata di cartucce in buono stato,o per qualche vecchia console in disuso.

Voi gettatele pure nell'immondizia che noi ce le raccattiamo tutte quante ARRR ARRR ARRR AR..COF..BLURGH..COF..SBLEARGH..SPUT!!!

martedì 26 febbraio 2008

Lo Specialone del mese!!! - round 2


THE KING'S QUEST V


Ed eccoci qui nuovamente sul ring del nostro pixelloso isolotto per assistere nuovamente ad uno degli incontri più titanici che abbiate mai visto. L'ultima volta avevamo visto un netta uguaglianza di colpi inferti da entrambi gli schieramenti; Al Lowe col suo fiabesco black cauldron e Ron Gilbert con il suo rivoluzionario Maniac Mansion...Gli anni passano e i due beniamini,assieme alle ripettive case produttrici,iniziano un valzer di scontri a suon di titoloni che nessuno vedrà più,quando Lowe,assieme a Rebecca Williams sforna la più bella incarnazione,a mio avviso,della saga che ha portato questa casa produttrice in tutti i libri del settore...un titolo che spiazzò anche la LucasArt,che con i suoi spinoff in chiave avventuresca di Indiana Jones e la sua memorabile avventura piratesca Monkey island,aveva pensato erroneamente di aver concretizzato una volta per tutte la supremazia nel campo.

E' buffo avvolte pensare che tanti dei romanzi che abbiamo oggi giorno,soprattutto negl'ultimi anni,debbano poi sempre riflettersi in pellicole cinematografiche,serie televisive,cartoni animati,videogiochi,fumetti, ecc...ecc...ec...
King Quest fortunatamente,non rientra in questa categoria.
La sua creatrice,Rebecca Williams,che assieme al fratello fondò la Sierra,è sicuramente una scrittrice di talento,in una dimensione parallela.
Da sempre Rebecca vola con la fantasia verso terre lontane,attratta dal paesaggio che guarda con occhi sognati fuori dalla finestra della sua cameretta, fissi su un particolare che,come una magica chiave,apre i cancelli della fantasia e ci trascina in un mondo che vorremmo sempre aver attorno.
Rebbecca Williams però non se lo tiene per sè,questo mondo lo mette su carta,lo disegna con le parole,e poi con l'informatica,prima e forse unica regina del fantasy moderno,a lasciare che la sua creatura prenda forma dal codice binario e non da carta e inchiostro..


King's quest è il suo mondo,e ve lo fà rivivere nelle gesta della famiglia Graham,padroni del regno di Daventry,padroni di un regno che fà gola a tutti,ma che tutti ogni volta,alla fine,riconoscono ad essi la loro fiducia nel governare.

Sir Graham stava ammirando il suo regno,costellato da creature fantastiche,ruscelli splendenti e cristallini, facendo volare la sua anima assieme a quel soffio di brezza che proprio ora gli passa accanto,dandogli una serenità che forse solo un Re come lui,che ha dovuto affrontare ogni volta mille pericoli x salvare le sue terre dal male,merita.
mentre sta per varcare il sentiero del suo castello però,non lo trova più nulla!!

Graham,affranto e preoccupato per la sorte di sua moglie e dei suoi figli,incontra però Cedric,un gufo parlante(ehh, il fantasy....) il quale gli racconta che Mordrak,un potentissimo mago,ha fatto sparire il suo castello...con la sua famiglia all'interno.
L'eroe di Daventry allora,deciso più che mai a soccorrere la sua famiglia e a difendere,ancora una volta, il suo regno,decide di partire con Cedric alla ricerca di aiuto....

Le parole non sono sufficenti per descrivere l'ambientazione di kq5, a dir poco fenomenale,verrete coinvolti assieme a Graham e Cedric in una delle avventure più belle che siano mai esistite,incontrerete streghe cattive,orsi affamati di miele,regine delle nevi,vecchi rimbambiti,topolini impauriti dal gatto del panettiere ecc.. ecc...

Tutto è perfettamente sposato col comparto musicale(memorabile la ragazza trasformata in salice piangente da una strega cattiva,che ora non può far altro che suonare la sua arpa per esternare il suo dolore)
La partiolarità di questo gioco è...che si può morire!
Fate molta attenzione,questo non è un gioco Lucas,dove non si rimane mai bloccati,dove c'è sempre una soluzione..qui dovete star attenti a dire alcune cose,a compiere alcune azioni. Le locazioni sono tantissime,si passa dalla foresta fantasy al borgo medievale,dal deserto popolato da miti e leggende arabe fino alle lande ghiacciate piene di lupi e uomini delle nevi,tutto vi sarà contro,tutto potrà aiutarvi..
Cedric,il vostro compagno d'avventure, vi darà qua e la alcune indicazioni,ma il grosso dovrete farlo voi,ovviamente!


Anche il sistema di punteggio,da sempre carattere marcante di tutte le avventure Sierra,non è da meno.Per finire il gioco al 100% dovrete sudare le fatidiche 7 camicie,ma ne vale davvero la pena,credetemi;salvare dei topolini da un gatto affamato,per riincontrali dopo, per donarvi il famoso "ago nel pagliaio" è stupendo,che dire poi dell'esercito di formiche,da sempre attaccate ed ormai stremate da un'orso golosone...

king's quest V e' l'avventura fantasy per eccellenza,un mondo di pace e tranquillità,ha tutto,dalla magia,all'umorismo,al tetro,all'epico,tutto è stipato in piccole dosi,per creare un'esperienza davvero ineguagliabile..
se amate i punta e clikka,e volete qualcosa di nuovo,provatelo,non ve ne pentirete!


Ora che la Sierra ha tirato fuori il suo pezzo migliore..cosa inventerà Ron Gilbert per spiazzarli? aveva già qualcosa in pentola,ma nessuno avrebbe mai pensato che avrebbe creato ciò che oggi definiamo una fotografia storica...andò oltre,e nemmeno lui immaginò che la sua stella potesse brillare più del sole...

Prossimamente...Il tesoro di Big Whoop...

domenica 17 febbraio 2008

Lo specialone del mese!!! round 1- battle 2

The Black Cauldron

E rieccoci qui, pronti a riprendere la cronaca di questo titanico match che vede scontrarsi sul nostro ring due giganti delle avventure punta e clikka,ossia Ron gilbert per la Lucasart e Al lowe per la sierra on-line..

la volta scorsa abbiamo parlato del fenomeno maniac mansion,che diede la possibilità a Gilbert di affermarsi sia come programmatore,grazie al motore SCUMM, sia come designer,grazie ad una storia strampalata,accattivante e dannatamente ben congegnata.

oggi vedremo il contrattacco di casa Sierra,grazie a questo titolo: The black Cauldron...ma andiamo con ordine...inanzitutto,una bella tazza di grog...oste!,t'avevo detto shekerato,non mescolato!


Al Lowe è un tipo molto strano,ma proprio troppo...del restro come tutte le menti geniali...insegnava musica in una delle tante scuole degli Stati Uniti,quando vide un computer inutilizzato nella biblioteca dell'edificio...
iniziò a studiare linguaggi di programmazione,e sembrava che l'informatica fosse un vestito che gli calzava a pennello..

la prima occasione di Love fu anche la saga che lo immortalò nell'olimpo dei più grandi ideatori di avventure grafiche della storia..

Larry suite larry era tutto ciò che mancava a Monkey island,il Sesso..
Lowe riuscì a trasformare l'alchimia geniale di Gilbert aggiungendo al cocktail di demenzialità, avventura e rompicapo, un pizzico d'erotismo,quel tanto che bastava x ottenere una grossa fetta di videogiocatori più "adulti" che ancora vedevano i videogiochi come fenomeno adolescenziale.

Mentre la creatura di Lowe cresceva titolo dopo titolo(vedremo quale diamante riuscì a raffinare solo con larry VII), continuò a lavorare anche ad alcuni progetti paralleli, black cauldron è uno di questi.

The black cauldron è uno di questi. Nato dall'omonimo film d'animazione Disney(che a sua volta fu preso da un libro fantasy : le cronache di Prydain di Lloyd Alexander),
il gioco ripercorreva le gesta dell'eroe di turno, un tale Taran,sfigato al massimo(come la maggior parte degli eroi disney dell'epoca...)intento a salvare il mondo dal manto oscuro del male,che,come ogni volta,stava minacciosamente tramando di far cadere la terra nell'oblio dell'oscurità..

il gioco,essendo ispirato dal cartone animato, continene una grafica molto colorata, ci sono molte locazioni da visitare e molti personaggi con cui interaggire..


Il titolo è molto facile,visto che la Sierra puntava molto sui bambini,attratti magari dalla voglia di rivivere in chiave videoludica le gesta dell'eroe del cartone,ma qui entra in gioco il nostro caro vecchio AL...

Piccola premessa : prima dell'avvento di maniac mansion e di black cauldron,i giochi d'avventura erano di un solo tipo:TESTUALI..
si dova scrivere tutto,azioni oggetti,movimenti,ecc...
quindi se dovevate arraffare una chiave su un tavolo dovevate digitare PRENDI CHIAVE SUL TAVOLO... se scrivevate soltanto prendi chiave,solitamente il programma vi rispondeva che non riconosceva il comando...qui seguivano righe e righe di bestemmie ed insulti,digitati da avventurieri un po' troppo frustrati da un'interfaccia così...grammatically correct...
La Sierra,avendo sviluppato un giochino per bimbi,non poteva certo venderlo soltanto a degli infanti che avessero già digerito lo Zanichelli all'età di 5 anni..quindi si inventarono delle scorciatoie..

si aveva un cursore,e assieme a dei pulsanti della tastiera,si faceva cambiare forma al puntatore in base alle azioni da compiere..quindi se dovevate prendere una chiave sul tavolo,vi bastava posizionarvi con il cursore sopra la chiave,cambiare il puntatore con UN SOLO tasto,et voilà..


quest'idea,che poi venne perfezionata in maniac mansion,uscì UN ANNO PRIMA,in faccia a Gilbert,che perse così il primato di uomo più geniale dell'anno(tm).


secondo ma di non poca importanza,Lowe inserì un sistema di punteggio all'interno della sua avventura,che cresceva mano a mano che il giocatore risolveva tutti gli enigmi che erano stati ideati da Al.
In questo modo,il bimbo di turno,poteva tranquillamente finire il gioco come nel film,senza sprecare neanche un neurone bucato...oppure poteva completare tutte le subquest originali...ed accedere a finali multipli!

Al Lowe con un titolo mediocre,riuscì a generare tante di quelle innovazioni da diventare il braccio destro all'interno della Sierra,battendo la Lucas di un anno nel capo dell'innovazione..

D'altra parte,l'innovazione che Gilbert porto grazie ai contenuti comici di maniac mansion, ispirò e generò milioni di artisti e di capolavori..un cambiamento così radicale non può esser tralasciato..

Quindi per il momento,anche se entrambi stanchi e già un po' doloranti,i nostri sfidanti si tengono sul pareggio..Lowe è leggermente in vantaggio...e sta per lanciare un'attacco "combinato" che farà capire alla Lucasart con chi hanno a che fare!

riusciranno a vincere per un k.o. tecnico?...

lunedì 11 febbraio 2008

Shii Arisugawa - Art from Shunya Yamashita

Modello: Shii Arisugawa
Scala: 1/7
Materiale: PVC
Scultore: Matsuken
Casa produttrice: Kotobukiya / Art FX


Ebbene miei cari lettori,quest'oggi sono atrocemente determinato ad incantarvi,a sedurvi,a lasciarvi senza fiato..ma non indosserò orecchie da gattina,ne tanto meno un bella divisa da marinaretta (O_O;),primo perchè il risultato andrebbe ben oltre qualsiasi mentalmente instabile immaginazione,e secondo perchè il mio compito altri non è,se quello di scrivere recensioni (se poi vogliamo aggiungere un terzo punto..beh..terzo:sono troppo peloso e non sono una graziosa giapponesina.sto cadendo decisamente in basso ultimamente..).

Dopo aver definitivamente detto addio alla mia dignità in queste poche righe,passo ad illustrarvi il nostro modellino del giorno:

Shii Arisugawa ,una accattivante creazione del famoso illustratore Shunya Yamashita,conosciuto anche per il suo succulento contributo come character designer in Final Fantasy X.

La sensuale fanciulla giunge tra le grinfie del collezionista completa di diversi oggetti che vado subito ad elencarvi:
Occhiali da segretaria poVca (è la verità!perchè tentare di trovare vocaboli più tecnici ed appropriati?sono proprio occhiali da segretaria poVca!)
Un tamarrissimo spadone da battaglia che,a vostra scelta e preferenza,potrà essere sostituito con
un altrettanto tamarrissimo "hot pink phone";un must per giovini "ganguro girls" che si rispettino..(il cellulare tra l'altro sembrebbe uno di quei Motorola ultimo grido..n.d.r.).
Una gonna a ventaglio che a vostro piacimento potrà essere lasciata indosso o tolta per poter così svelare degli,all'apparenza innocenti,slip a righine bianche e celesti (eebeh..).

Shii,in questo modello assume una posizione decisamente "fotografica";il braccio destro passa sopra la testa ed è nella rispettiva mano che potrete inserire il telefonino,oppure la spada che in quel caso scenderebbe giù fino al fianco sinistro.Il braccio sinistro invece è proteso orizzontalmente verso la sua direzione con la mano aperta.
La gamba destra poggia su una parte rialzata del piedistallo,mentre la sinistra porta tutto il peso del corpo lasciando protendere il bel culetto (pardon),appunto verso sinistra.

Ma attenzione.il viso è secondo me la parte saliente di tutta la scultura;Occhioni azzurri da cerbiatta,labbra carnose e lineamenti per così dire tendenti al "francese",si sposano alla perfezione,con le morbide e sinuose curve del corpo,decisamente umane e realistiche,che possiamo tranquillamente ammirare,grazie alla divisa alla marinara dalle dimensioni ridottissime (se se sbirciate sotto la magliettina potrete addirittura ammirare l'abbondante davanzale,una volta tanto non "fuso"all'indumento ma parte a sè stante).

Tornando un pò in alto con lo sguardo non si può ignorare la pettinatura di Shii,corredata da due trecce che scendono lungo il collo,per la serie "sembro ingenua ma non lo sono per niente.."

A questo punto vi starete giustamente chiedendo :"vabbè ma la morale??"

La morale? Un modello decisamente mozzafiato,immancabile per chi vuol vedere qualcosa di diverso,dal classico stile manga "occhioni giganti e misure disumane"..
Uno stile tutto Shunya Yamashita!











domenica 10 febbraio 2008

Lo Specialone del mese!!! - Round I°













Maniac Mansion


VS

the BLACK CAULDRON


Le origni del punta e clikka partono da qui...

Bentornati tra noi in questa bettola puzzolente,oggi assisteremo allo scontro titanico tra due capostipiti del genere punta e clikka,quel genere che fece strage di patatine,portaceneri gonfi come ciminiere e notti insonni a causa della troppa caffeina..

oggi si scontrano i primi due rampolli di casa Lucas e Sierra, capitanati dai loro rispettivi Generali d'armata,Ron Gilbert ed Al Lowe...

prima dello scontro però...una breve descrizione dei due pesi massimi che stanno per far diventare l'aria di questo tugurio rovente....osteeeee portami altro grooooogggggg.

Maniac Mansion


C'è chi sostiene che Ron Gilbert non sia neanche un essere umano,perchè non può un essere normale aver creato una tale sequenza di idee e di luminari escamotage per reinventarsi ogni volta,ed ogni volta splendere come il più caldo e luminoso dei soli d'estate..
Maniac Mansion fu la sua prima evvntura grafica,la prima ad utilizzare il famosissimo motore SCUMM
(Script Creation Utility for Maniac Mansion) poi perfezionato fino all'inverosimile per oltre 14 titoli a seguire...

La Storia di maniac mansion sembra esser uscita da un film americano anni 60,uno di quei film che vai a vedere nel drive inn più lontano dalla tua zona abitata,col solo scopo di limonare con la tua ragazza,in santa pace,da soli.

In una notte di luna piena,un meteorite colpisce la terra,e si schianta vicino un'abitazione abbastanza lugubre,questa non è altro che la dimora della Strampalata famiglia Edison.
Il prof Ed,noto scienziato non porprio con tutte le rotelle apposto,rapisce Sandy,la ragzza del protagonista del gioco,per utilizzarla come cavia per uno dei suoi folli esperimenti.
Dave,l'eroe,decide allora di riunire la comitiva,deciso fino in fondo a recuperare la sua dolce metà,e chiede a 2 dei suoi amici di aiutarlo nell'impresa...

ecco la prima genialata del momento...solitamente le avventure prevedono,tutt'ora,un'unico eroe,che il più delle volte si fà aiutare dalla sua spalla fidata,o dal nemico cheaduncertopuntononsisàperchècoltodademenzasenile
diventa amico del cuore.
in Maniac Mansion nulla di tutto questo,anzi,tutto è lasaciato nelle mani del giocatore,prima che l'avventura abbia inizio.

Dovrete subito fare una scelta molto difficile,scegliere altri 2 personaggi che,assieme al protagonista, riporteranno Sandy sana e salva a casa...


ovviamente la scelta non si basa solo su un mero gusto estetico..
ogni personaggio ha la sua piccola abilità,che vi potrà esser utile al momento opportuno..ad esempio Bernard è il Nerd del gruppo e vi potrà aiutare quando ci sarà da riparare qualcosa,o da manovrare chissà quale contorto marchingegno del Dr Fred; Jeff invece è un surfer,uno che vive sulla cresta dell'onda..non capisce un tubo di meccanica quantistica,ma i suoi gusti rock sono i più giusti del momento..
Ma a cosa mai potranno servire un secchione,un surfista,una punk,uno scrittore,un fotografo ed un musicista new wave?!?!?

Vi serviranno eccome!,se dovrete vedervela con piante carnivore,figli ossessionati, madri snaturate,padri schizzati e tentacoli...tentacoli?!?! sì,tentacoli metallari!!!




la geniale uscita di Gilbert non fu una storia basata su personaggi selezionabili,su finali multipli,su un sistema di iterazione semplice,ben strutturato e dannatamente efficace..no
Gilbert portò la Comicità nei videogiochi,quella comicità che si assapora guardando una vecchia puntata dei Jefferson,quella tinta di lievi freddure,tanto ben fatte,tanto ben scritte,tanto giuste che vi aspetterete una risata dalla folla,proprio come nei telefilm di una volta.
e non pensiate neanche lontanamente che Maniac Mansion sia un gioco x bambini,potreste pentirvene per tutta la vita!
è Difficile,difficilissimo,ci saranno momenti in cui inizierete a girare in tondo al vostro pc cercando una soluzione logica all'enigma di turno...solo per poi scoprire che la riposta era la più ovvia...e che Ron ve l'ha fatta...di nuovo...

Un titolo da vedere,provare e finire ALMENO una volta,risente un po' del peso degli anni,ma da poco è stata rilasciata una versione deluxe,comodamente giocabile su XP,esiste anche una versione NES, per chi non sopporta di smanettare col pc..o per chi semplicemente non cel'ha(hey,ma come fate a leggere il nostro blog allora?!?!)ma vi avverto,ha delle censure,piuttosto pesanti,ma non vi rivelo nulla altrimenti vi rovino alcuni dei momenti più belli di tutto il gioco(bella scusa...:P)

Maniac mansion fu rilasciato su c64,amiga,atari st,Aplle II e,ovviamente Pc
da notare che TUTTE le versioni hanno una loro localizzazione italiana,cosa assai rara per l'epoca della sua uscita,soprattutto su piattaforma NES

Ma siamo sicuri che sia Tutto merito di Gilbert?cosa era stato creato un'anno prima,chi è quella paffuta figura che si aggira negli studi della sierra? possibile che prima di MM non ci fosse nulla di simile? ma soprattutto?....Perchè?(il perchè alla fine è una prassi :P)

presto, molto presto,il contrattacco made in Sierra...

Dalla Cina con furore!

Quello che vi presentiamo oggi può esser paragonato, a livello cinematografico, a un bel filmone horror di serie c2,o una bella commedia all'italiana,dove nomi come Alvaro Vitali e Bombolo erano condizione neccessaria e sufficente x motivare l'acquisto del biglietto cinematografico.

questo è un "TERMINATOR II"
Una console made in china che,giocando su un look "moderno",rifilava vecchie console 8 bit. In questo caso la console tenta di imitare un Sega Megadrive,lo potete vedere sia dal design della macchina,sia dai loghi simili,fatti apposta x far cadere nel tranello i pirati alle prime armi... questa console però ha dei notevolissimi pregi..
In primis,essa permette di caricare cartucce famicom,quindi è come se aveste un bel nes jap.
la seconda, e a mio avviso la più succulenta, è che viene accompagna da una cartuccia con all'interno 9999999 (NoveMilioniNovecentononvantanovemila
Novecentonovantanove...che combo ragazzi!!!)
Notate oltretutto la classe di Piazzare in bella vista la versione nes di Sf2,mai uscita ufficialmente. Una vera perla.



Unica pecca; essendo cinese, l'hardware non è così "resistente"come per le console di lusso,quindi dovremo lavorarci un po' per renderla nuovamente operativa....ma x noi non è un problema ^_^

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Premio Speciale "Guarda Mamma Un Pollo!"(tm)



un mitico Tetris....da tavolo! ebbene sì,ci si mette a tavolino,si pescano i pezzi a caso,e via di sfidoni! per quei pirati che volgiono tenersi in allenamento anche quando salta la corrente o finiscono le pile!!!! pezzo molto ambito dai collezionisti,pagato 3 miseri dobloni bucati...


Si conclude così questa veloce panoramica delle nostre ultime razzie settimanali...
sono tempi Duri...Ma chi ha classe naviga sempre a gonfie vele!! ;)

giovedì 7 febbraio 2008

libidine con i fiocchi!!!!


E mentre il LLLLLobo ci spazza via quei pochi fievoli insulsi barlumi di lucidità che eran rimasti in noi,causa la sua PenthHouse in fibra piena di ragazze belle,brave e che dicon sempre sì, io vi riporto giu nell'abisso dell'emulazione,anche perchè con lo specialone che arriverà(spero) questo fine settimana,ci sarà sicuramente qualcuno di voi che vorrà bacchettare le mie dita(Ahio!) andando a spulciare ogni titolo che recensirò.

La maggior parte dei masterpiece punta e clikka dello speciale furono fatti girare con l'evoluzione del galletto vallespluga (tm) ,solitamente una splendida amiga 600 o,x chi era più fortunato,una bella 1200,con processore grafico AGA.

Unico inconveniente di questo computer è che non aveva bisogno di nulla,se non di qualche bel floppy x soddisfare la sua(e la vostra) fame di byte...il problema è che alcuni titoli ne avevano davvero troppi!!!
monkey island 2 ad esempio,era contenuto in 13,dico tredici dischetti!.

Ma tranquilli!!! prima che andiate già a ordinare pomate antinfiammatorie dalla vostra fattucchiera di fiducia per il vostro braccino, sappiate che la maggior parte di questi titoli poteva esser installata su hard disk! proprio come i giorni nostri!(come mi sento vecchio quando lo dic..ehm..scrivo -_-)

presto rilascieremo una comoda guida su come configurare "er mejo emulatore der monno" con tanto di hdd, in modo da ridar lustro a questa macchina,che ogni giorno ha una nuova gemma incastonata nel suo passato e che,come ogni volta,ve la spara dritta dritta nel cuore ;)


Mariko Imai from Tsukasa Bullet

Modello: Mariko Imai
Scala: 1/8
Materiale: PVC
Scultore: Jun Tsukasa (autore)
Casa produttrice: Mega House

Direttamente da "Tsukasa Bullet Illustration Works" del celeberrimo Jun Tsukasa,la splendia Mariko Imai,ultra scollata,ultra sgambata in 20 cm di sensualità!

Questo modello ha per me una grande valore affettivo,essendo uno dei primi che acquistai, incuriosito da questo fantastico mondo..Ricordo ancora che la confezione,al suo arrivo dal Sol Levante,era imballata in uno scatolone da supermercato riportante il marchio "SUNTORY WODKA" riempito al suo interno da fogli di un quotidiano giapponese,che ho in seguito stirato e conservato..un'emozione irripetibile!(sigh)

All'apertura della confezione gli occhi ci cadono subito....ci cadono subito....e dove potevano cadere se non sul decoltè?!!

Un davanzale di dimensioni epiche contenuto da un'attillata tutina spaziale,con la lampo abbassata fin sotto il suddetto!
Accompagnati al prosperoso seno,troviamo uno sguardo sensualissimo,una miriade di dettagli,e gambe da urlo che vanno a completare una splendida figure,che personalmente ritengo tra le migliori della mia collezione, e che consiglierei ai più sporcaccioni :P






Nadia Ra Alwar - The secret of blue water

Modello: Nada Ra Alwar
Scala: 1/10
Materiale: PVC/ABS
Scultore: Master model making Miki Ousaka
Casa produttrice: Wave / NHK Sogo Vision

Chi non la conosce?
La graziosa Nadia Ra Alwar o più semplicemente Nadia,protagonista della strafamosissima serie "Nadia and the secret of blue water" (meglio conosciuto da noi come "il mistero della pietra azzurra").

La piccola equilibrista viene meravigliosamente rappresentata da Miki Ousaka per la "Wave",con un modellino dettagliatissimo e molto particolareggiato,forse un pò a discapito del prezzo (decisamente alto rispetto alle dimensioni di 1/10),ma la spesa è giustificata dal fatto che nella confezione troviamo un doppio indumento,che ci permette di abbigliare Nadia come più preferiamo.
Le varianti sono il vestitino rosso originale che tutti conosciamo,composto da un gilet e una gonnella rossi,e la non meno famosa veste bianca composta da canottiera bianca annodata su entrambe le spalle,e gonnella bianca annodata in vita.Naturalmente il fatto che il modellino sia abbigliabile in più maniere,ci lascia carpire che ci sia una terza possibilità,e cioè lasciare la nostra nadia in desabiliè,con indosso soltanto una fascia bianca che tiene il seno,e una mutandina,anch'essa bianca. (possibilità decisamente emozionate :Q_ _).

I particolari che colpiscono sono il pendaglio con la pietra azzurra che Nadia porta al collo,in plastica blue trasparente,ma anche gli orecchini e gli altri oggetti d'oro.

La posa del modellino è incantevole:la graziosa Nadia porta il peso sulla gamba destra,lasciando così piegare leggermente la sinistra.Il busto torce e si piega pendendo un pò verso sinistra,con il visino sorridente,gli occhi puntati verso l'alto,e il braccio sinistro che regge la fascia marrone legata in vita,tenuta delicatamente dalle dita.

L'architettura del modello cattura in maniera perfetta il temperamento di Nadia,vitale e un pò sbarazzino,e guardandolo ci trasmette serenità e spensieratezza.

Il colore è steso nel migliore dei modi,soprattuto per quanto riguarda la pelle,colorata di un marroncino molto delicato,e forse leggermente più chiaro della versione Anime.

Concludo questa recensione con 2 sole parole: DA AVERE.






Lucy Maria Misora - To heart 2

Modello: Lucy Maria Misora
Scala: 1/8
Materiale: PVC
Scultore: YR?
Casa produttrice: AT-G/Good Smile Company

Prima un videogioco...poi il secondo capitolo..dopo di che l'anime..e ancora una miriade di oggetti,oggettini,statue e chi più ne ha più ne metta.

Un mondo veramente gremito quello del sensualissimo quanto innocente e delicato "To Heart".
Queste dolcissime scolarette sono state rappresentate in ogni maniera possibile e ,a quanto ne so
hanno riscosso un gran successo nelle terre del Sol Levante.

Tra le molteplici fanciulle presenti in To Heart e nel relativo seguito To Heart 2,due mi hanno colpito in maniera particolare,ma per adesso mi occuperò della dolcissima Lucy Maria Misora.

All'apertura della graziosa confezione,ci ritroviamo tra le mani un delizioso modellino,ricco di particolarie e finemente confezionato.Dalle fibbie della cartella al panneggio della divisa,senza tralasciare i particolari del volto e il movimento dei lunghi capelli,questa delicata scultura cattura
da subito l'occhio attento del collezionista.

La posa è delle più classiche:la piccola Lucy tiene la cartella con entrambe le mani,poste davanti al
pube,quasi a voler impedire che la gonna svolazzi qua e la a causa del vento,che però lascia muovere sinuosamente i capelli di un color rosa chiaro.

Il piedistallo su cui poggia la statuina ci lascia pensare che Lucy stia camminando in un parco,magari per dirigersi a scuola,e il vento che muove i capelli fa cadere a terra alcuni petali di ciliegio.

Una scena decisamente delicata,rafforzata dalla scelta dei colori:la pelle candida perfettamente accostata al rosso e al rosa della divisa scolastica..guardando il visino della scolaretta un brivido ci percorre la schiena..è amore a prima vista!!

A mio parere questa pvc statue non dovrebbe assolutamente mancare nella collezione di ogni collezionista che si rispetti,ma come dico sempre le immagini a volte valgono più di mille parole..

Date voi stessi un giudizio..

Dimenticavo,per i più sporcaccioni:smontando il busto dalla parte inferiore del modello si può togliere la gonna e lasciar così sfoggiare a Lucy un deliziosissimo paio di mutandine bianche,anchesse dettagliatissime :)





mercoledì 6 febbraio 2008

Chise - Lei l'arma finale

Modello: Chise - Lei l'arma finale
Scala: 1/8
Materiale: PVC
Scultore: Tsukuru Shirahige
Casa prodruttrice: Kotobukiya Craftsmanship


Lei l'arma finale:un manga,un anime..o qualcosa di più?

Una trama che corre su un filo quanto mai sottile,che,in ogni momento potrebbe cadere nella
banalità più assoluta,ma rimane fino all'ultimo in quel suo equlibrio instabile che tanto ci avvince e tanto ci fa commuovere nel suo gran finale.

Amata da molti,sminuita da tanti altri "Lei l'arma finale" (the last love song on this little planet),
inaugura questa nuova sezione de La baia di Retroisland,con una fine e dettagliata scultura
del suo personaggio principale : Chise;quella dolce liceale costretta,in quelli che dovevano essere
gli anni più belli della sua giovinezza,a diventare la salvezza o la distruzione del pianeta Terra.....
un'arma finale.

La kotobukiya ci propone questa favolosa scultura in pvc che,sin dall'apertura della sua
raffinata confezione,ci lascia meravigliati dalla precisione dei dettagli e dal colore steso in
maniera ineccepibile.Una produzione veramente di elevata qualità.

La figura è ritratta in un momento topico della vicenda:la piccola Chise indossa la sua divisa
scolastica e tiene sottobraccio la cartella ma,sulla schiena spuntano le ali robotiche che lacerano
camicia e giacca lasciando intravedere il reggiseno.

E' in quel momento che Shuji,il suo ragazzo,trovandosi di fronte alla realtà,si rende conto che la
sua Chise nasconde qualcosa di veramente assurdo e terribile,ma non per questo smetterà di
volerle bene e di sostenerla.

Per concludere un gran bel prodotto,colorato stupendamente con toni molto delicati, e ricco di
dettagli che ci trasmette tutta l'innocenza della piccola Chise.


Le scostumate dame di compagnia di Lobo

Miei sozzi e luridi braccianti è arrivato il momento di svelarvi la mia più segreta passione,
che coltivo ormai da tempo ..la passione per il pvc!

Il mondo del pvc in questi ultimi anni è cresciuto a dismisura;action figures,statues,fino a giungere alle molteplici varianti "sexy statues" o hentai statues.

Una varietà assurda imbarazzante,non quantificabile di accattivanti e sensuali sculture delle più
calienti fanciulle dal mondo degli anime e dei video giochi,che aspetta soltanto di essere scartata
e messa in bella mostra!

Sarebbe pretenzioso da parte mie volervi illustrare questo mondo per intero (e sarebbe anche impossibile credo..),ma voglio dare il mio personale contributo presentandovi quanto meno
i modelli in mio possesso.

In questa rubrica troverete schede con le recensioni le foto,la storia legata ai personaggi,gli scultori,le case prodruttrici e molto altro..direttamente dalla mia ricca collezione personale!!!

Una piccola guida per chi vuole saperne di più ma anche per chi già sguazza in queste acque
da tempo.

Stay Tuned !


martedì 5 febbraio 2008

Lo Specialone del mese!!!


Ron Gilbert Vs Al Lowe



Ci sono momenti che nessuno può scordare..
da una parte la Lucas art(ex lucasfilm),con la quale Ron Gilbert divenne il capostipite spirituale, grazie a Monkey Island. a lui si deve la creazione e l' utilizzo del sistema grafico SCUMM, la prima interfaccia ad avere il mouse come puntatore.

Dall'altra abbiamo l'eterna rivale, la Sierra,società dei fratelli Williams,con il quale Al Lowe generò la prima avventura "piccante" della storia, piena di humor e doppi sensi,farcita di enigmi tanto assurdi quanto letalmente divertenti,dando così uno schiaffo morale al capostipite d'allora,Gilbert appunto.

da allora ne hanno combinate di tutti i colori,hanno sfornato decine e decine di capolavori, li hanno farciti sempre più di idee geniali...


monkey island,day of the tentacle,maniac mansion,sam & max, zack mc kracken,grim fandango,indiana jones da una parte...le saghe di king quest, space quest,eco quest e il mitico laisure suit larry dall'altra.

Prenderemo 3 dei grandi rampolli delle due case produttrici,andremo alle origini dei miti con maniac mansion e black cauldron,passeremo x i tempi d'oro con monkey island 2 e larry 6, finiremo con i canti del cigno di entrami gli schieramenti,monkey island 3 e leisure larry 7: love for sail. 3 maxi recensioni,con commenti,trucchi, informazioni curiosità e piccoli ricordi che legano tutti coloro che bazzicano la baia.


2 team,2 software house, 2 persone che hanno cambiato il modo di concepire il genere avventura....



è il momento di decidere chi è il campione!!!




Domenica 10 verso mezzanotte........

Sul ring di Retroisland

lunedì 4 febbraio 2008

Aperta la nuova stagione di caccia!

Le articolazioni scricchiolano gli uncini sono arrugginiti e le gambe di legno sono
corrose dai tarli?

AAARRRRRRRGGGGG!!!

Brutta mandria di luride mezze calze!!che state facendo ancora li impalati?

Cazzate quelle gomene!!!

Ammainate le veleee!!!

Lucidate quel ponteee!!!

Portatemi del grooog!!!

Comprate una copia di Porta Portese(TM)!!!!!



Noi siamo ripartiti alla ricerca di nuovi bottini e voi?
Forza!!un pò di attività fisica,qualche goccia di antiruggine e una buona dose di veleno per tarli e ci siam rimessi in rotta verso nuove strepitose rappresaglie
a suon di cartucce!!