http La Baia di Retro Island: 11-set-2007
Lurido branco di pappe molli se non lo sapete avete appena attraccato nella baia di Retro Island(tm),una fetida pozza di efferati retrogramers,sempre pronti a dar via anche il loro ultimo dente d'oro per una manciata di cartucce in buono stato,o per qualche vecchia console in disuso.

Voi gettatele pure nell'immondizia che noi ce le raccattiamo tutte quante ARRR ARRR ARRR AR..COF..BLURGH..COF..SBLEARGH..SPUT!!!

martedì 11 settembre 2007

il galletto vallespluga...!!!!




Ebbene sì,il commodore ha ripreso vita...dopo innumerevoli trentativi, finalmente possiamo farci venire la pelle d'oca riascoltando nuovamente,a distanza di vent'anni, le mitiche musiche generate da quel neurone quale il SID.
Credetemi,aspettare il caricamento di titoloni quali double dragon 2 e robocop,incrociando le dita affinchè nulla vada storto,per poi rivedere le mitiche schermate mega pixelate ad 8 colori,con il sid che ti pompa tutta la sua potenza dalle casse della tv,è un'esperienza che nessuna droga e nessuna donna potrà mai donarti!!

La combriccola più strampalata dei 7 mari ha colpito ancora!!!

Ed ora scusatemi,delta city ha bisogno di un eroe.... :P






Quando ero piccolo...


Quando ero piccolo stavo molto più tempo fuori casa di adesso..
Quan
do ero piccolo mi piaceva uscire..
Quando ero piccolo mi
piaceva andare in salagiochi..
Quando ero piccolo un videogioco era ancora qualcosa che divertiva..
Quando ero piccolo non c' era la grafica tridimensionale...
La grafica tridimensionale era tutto ciò che avevo intorno..un albero,una casa,una palla,un cabinato,ma NON un videogioco. Quello era piatto coloratissimo ma soprattutto divertentissimo!eh si..bei tempi quelli..
Sembra di sentir parlare un vecchio,di qualcosa successa 40 o 50 anni fa,ma in realtà ne sono
passati una quindicina da quando io e tanti altri ragazzini passavamo i nostri focosi pomeriggi
in sala giochi,a consumare sfide,tra di noi o contro le cazzutissime CPU impostate per far buttare
dentro il cabinato saccocciate di 200 lire a più non posso.

Finire Street Fighter II con una moneta sola..rimanere inchiodato davanti il cabinato di Super Pang o di Bubble Bobble per intere giornate a discapito delle tasche dei nostri genitori..

Ebbene signori quella era l'era del 2D..il trionfo degli sprites,il dominio incontrastato del cabinato.

I ragazzini più fortunati dentro casa avevano un AMIGA o a natale si beccavano (come il sottoscritto) un Super NES con Street Fighter 2 Turbo incluso, e nonostante (ma non sempre)
qualche piccola limitazione nei giochi,dovuta alle diverse conversioni per console,era sempre un
gran sollazzo poter giocare fino al tramonto ad un bel picchiaduro senza dover buttare dentro
200 lire su 200 lire.

Poi un bel giorno i tempi sono cambiati...
via le tavolette grafiche via lo sprite disegnato a mano..sarà sicuramente più gagliardo un bel
lottatore poligonale che si muove su 3 dimensioni.

Quando giocavo a Duke Nukem 3d sul mio primo pentium 133 mhz,mio padre fissava lo schermo esclamando stupefatto :<< "cazzo sembra di vedere un film!">>.

Poi i giochi che sembrano davvero film sono arrivati..e le povere vecchie consoles a 8 e 16 bit sono rimaste da sole a prendere polvere in freddi e buii scantinati.
I loro giochi erano piatti vecchi..nulla a che vedere con i "film" interattivi di questi ultimi anni,
perchè la grafica è tutto,senza grafica come vuoi che ci si possa divertire???

Ho visto fallire case come la SEGA perchè non era al passo con i tempi..

Ma c'era un piccolo particolare che in molti per tanti anni hanno ignorato..
Più un gioco diventava realistico e dalla grafica pazzesca e più era noioso (non voglio essere troppo totalitario perchè qualche bel giocone alla fin fine l abbiamo visto in questi ultimi anni..).

Perchè mai un Principe di Persia bello ,gagliardo,muscoloso che fa fuori orde di mostri di sabbia,
non mi incolla allo schermo come quella piattella umanoide bianca che deve saltare innumerevoli fossi e
uccidere sultani del Brunei diversificati tra loro per il solo colore del turbante??

Forse perchè un tempo un videogioco si faceva col cuore?
Non importava quante copie avrebbe venduto..in un videogioco c'era il cuore e la voglia di divertirsi e far
divertire,di chi l'aveva programmato.

Ron Gilbert non lavora più..dicono che le sue idee non vanno più bene per l'audience moderno di video giocatori..perchè certo,tira più GOD OF WAR che Monkey Island.

Quando ora passo davanti gli stabilimenti del mio paesino di mare dove passo le vacanze non vedo più un cabinato, o meglio , ne avro visti 3 in questi ultimi 2 anni.

E cosi mi ritrovo a comprare consoles a non più di 15 euro tra mercatini e negozi di cianfrusaglie,
e a passare giornate davanti il MAME e ripetere ogni 10 secondi la medesima frase..<"Oh cacchio questo gioco me lo ricordo!!!"
>

Non importa di come vada il mercato videoludico..per noi retrogamers l'era del 2D non è mai finita!!!

Un'ultima cosa.."giovani d'oggi"..Non dimenticate mai le origini del videogioco perche se non ci fossero stati BERSERKER o TUNNEL HUNT oggi non ci sarebbe neanche GOD OF WAR.